Veneto diviso tra neve e mareggiate

Veneto diviso tra neve e mareggiate

Il peggioramento di Natale e Santo Stefano si è concluso apportando abbondanti nevicate sulle Alpi oltre i 1300/1400 metri, sulle Prealpi invece nei versanti esposti la neve non è scesa sotto i 1700m a causa del forte richiamo di venti da sud (come ben previsto nel nostro portale) mentre sull’altopiano di Asiago e nelle vallate prealpine interne la neve ha fatto la sua comparsa fin verso i 1500m. Oltre quota 2000m il manto bianco ha superato i 100cm di neve fresca.

Da registrare anche l’abbondante pioggia caduta sulle alte pianure e pedemontane che hanno fatto alzare i livelli dei fiumi fino a portarli allo stato di allerta.

Inseriamo qui sotto alcune foto dell’abbondante nevicata.

SappadarifugiocittàdifiumeCortina falcadevalformicamisurinarifugiolagazuoiarabba

 

Ecco qui gli accumuli registrati nella giornata di Natale e Santo Stefano nella nostra regione

pioggia natalepioggiasantostefano

Ma questo si è riflesso anche sulle coste dove il vento di scirocco che ha soffiato al suolo ha alzato il livello del mare apportando l’acqua alta a Venezia e mareggiate sulle coste. Pubblichiamo alcune foto della spiaggia di Jesolo e le onde alte quasi 4 metri.

20131226_150710 [1024x768] 20131226_150718 [1024x768] 20131226_151556_Richtone(HDR) [1024x768]

20131226_151100 [1024x768]

Nel frattempo dopo la pausa asciutta della giornata odierna ci aspettiamo altre precipitazioni dalla serata di domani (Sabato) dove la neve potrebbe fare la sua comparsa fin sui 1200m sulle prealpi e sotto i 1000m sulle Alpi.

Ma per questo sarà redatto un articolo specifico in serata, dopo che saranno aggiornate le previsioni in home page

Commenta l'articolo

Commenti

About Author

Write a Comment

Only registered users can comment.