Dopo Natale l’inverno vero

Dopo Natale l’inverno vero

Il “finto” inverno di questi giorni non ha vita lunga. “Finto” perché le temperature basse (dai 3 ai 7°C nelle ore più calde in pianura) sono dovute all’inversione termica a causa dell’alta pressione, mentre i cieli grigi sono dovuti alla nebbia o alle nubi basse presenti nella nostra regione. Ben diversa la situazione in quota, pensate a Cima Grappa, che ha registrato una minima di 8.8°C e una massima di ben 14.1°C, record di Dicembre da 5 anni a questa parte.

La situazione è destinata a cambiare dopo Natale, quando il generale inverno sembra voler fare sul serio.
Dalla serata del 25 Dicembre arriveranno i primi “sbuffi” freddi, e le temperature andranno sottomedia anche di 4-5°C in quota.

Per il dopo, allo stato attuale, i modelli mostrano un peggioramento del tempo il 28. Effettivamente, dopo l’assenza in pianura dello scorso anno, le possibilità di una nevicata anche in pianura stanno diventando concrete, ma la distanza temporale è ancora notevole, e soprattutto la situazione è ancora molto incerta.

Per il toto-accumuli vi rimandiamo ai siti che hanno già iniziato a sparare sentenze con così largo anticipo. :-)
Noi preferiamo attendere qualche indicazione in più al momento, in quanto, si sa, per la neve in pianura in Veneto ci sono molti (a volte troppi) tasselli che devono incastrarsi nel modo giusto, e fare una previsione attendibile è pressoché impossibile ad ora.

Vi rimandiamo quindi ai prossimi aggiornamenti, lasciandovi con la carta degli spaghi (che mostra il periodo sottomedia) e quella del possibile peggioramento di domenica 28.

MS_1245_ens

Rtavn1321

Commenta l'articolo

Commenti

About Author